Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il21 mar 2017

Thonet arreda l’auditorium di Amburgo con la collezione di sedie S 160

La Elbphilharmonie – “Filarmonica dell’Elba” – di Amburgo, progettata dallo studio di architetti Herzog & de Meuron di Zurigo e inaugurata nel gennaio 2017 riscuotendo grande attenzione mediatica, ha suscitato l’entusiasmo generale per la sua straordinaria acustica e l’intensità espressiva delle sue forme.

Oltre all’auditorium principale, dalla caratteristica struttura “terrazzata”, la filarmonica dispone di una seconda sala più piccola, arredata, come lo spazio multifunzionale del Kaistudio, con le sedie Thonet. Le 760 sedie della collezione S 160, progettate dallo studio Delphin Design, contribuiscono a dare un comodo benvenuto al pubblico dei concerti. Questa sedia si sposa perfettamente con l’arredamento della Elbphilharmonie, non solo per le sue piacevoli forme, ma anche per la sua peculiare flessibilità: oltre a poter essere velocemente impilata per risparmiare spazio, dispone di un ingegnoso sistema di aggancio sviluppato da Thonet, che permette di fissare le sedie le une alle altre in maniera semplice, sicura e senza l’ausilio di utensili.

Il numeratori del posto sullo schienale, per nulla appariscenti, e quelli di fila, amovibili, sono inoltre l’ideale per allestire le sale da concerto. La versione completamente nera S 162 PVF scelta per arredare la Elbphilharmonie presenta la scocca a imbottitura integrale rivestita in pelle e il telaio opaco con profondità di seduta personalizzata: un abbinamento discreto e perfetto per l’elegante rivestimento in legno lavorato del piccolo auditorium. Gli elevati requisiti imposti dall’ingegnere acustico Yasuhisa Toyota sono stati soddisfatti grazie al particolare tipo di pelle impiegata da Thonet che, in questo caso, è stata sottoposta anche a un processo di perforazione. Grazie a un equipaggiamento tecnico di alta qualità e al sistema flessibile di sedute della collezione S 160 di Thonet, questa sala, raccolta e versatile, si presta ai più svariati utilizzi: musica da camera, serate liederistiche, concerti solisti, jazz e di world music, ma anche letture pubbliche, conferenze e ricevimenti.

Post a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>