Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il26 gen 2017

“The Impossible Staircase”: Il progetto di Fontanot e IED Milano debutta al BAU 2017

Fontanot, una delle aziende leader nella produzione di scale, in occasione del Bau 2017 (Monaco di Baviera 16 – 21 gennaio) ha presentato la scala “The Impossible Staircase” realizzata dagli studenti del prestigioso corso “Master in Interior” dello IED di Milano.

BAU, uno dei saloni più importanti del settore della costruzione in Europa, è l’evento internazionale che riunisce tutti gli operatori della progettazione, costruzione e gestione degli edifici, ponendo l’accento sui temi del futuro tra cui l’edilizia sostenibile.

Provenienti da diversi paesi del mondo, gli studenti sono stati coordinati ed ispirati dall’esperienza dell’Architetto e docente dello IED Marco Vantusso. Partendo da un briefing preciso, i ragazzi hanno preso parte a questo progetto formativo che ha visto il coinvolgimento, nella fase del giudizio finale, di Laura Fontanot, Vicepresidente dell’azienda, ed  Enzo Fontanot, il fondatore dell’azienda che per prima ha “industrializzato” il prodotto scala.

Molte le idee emerse dal contest, fortemente voluto da Laura Fontanot, per dare una ventata di freschezza e creatività ad un prodotto, la scala, che, per la sua natura “strutturale”, richiede attenzioni particolari in fase di progettazione.

Il modello vincitore del Master, “The Impossible Staircase”, è caratterizzato da una struttura a chiocciola con il classico tubolare centrale con una sequenza di gradini in plexiglass trasparente distanziati fra loro. Ma la particolarità del prodotto è all’esterno della scala, dove si sviluppano una serie di sottili elementi verticali in legno con striscie di metallo che creano un involucro cilindrico “abbracciando” l’intera scala. Le linee dall’alto raggiungono il gradino per poi raccordarsi con l’elemento centrale: gli elementi dell’involucro hanno anche una funzione strutturale oltre che estetica in quanto fungono da sostegno per il profilo esterno dello scalino. Il gradino realizzato in materiale trasparente permette di rendere la scala quasi invisibile e di far emergere solamente l’involucro all’interno del quale l’utilizzatore si immerge.

Con una linea fluida e quel senso di leggerezza, la struttura, nel suo insieme, viene percepita come sospesa e fluttuante, un vero e proprio capolavoro.

Una scala concepita cercando di creare un effetto sorprendente sia per la parte strutturale che per l’utilizzo dei materiali: questo il motivo che ha permesso all’azienda italiana di essere inserita all’interno dell’area “INNOVATION”, uno spazio che il BAU dedica alle aziende che sanno produrre innovazione esaltando valori progettuali ed unicità dei materiali.

Creare un qualcosa di unico e custom-made sono i punti di forza di Fontanot che si afferma specialmente nel settore del contract con progetti di fama internazionale.

Tra le varie realizzazioni ricordiamo quelle per lo Skyline Milanese: il Bosco Verticale, suggestiva struttura realizzata dall’Arch. Boeri e che ha incantato i media di tutto il mondo, racchiude al suo interno, nella lobby d’ingresso, delle scale in acciaio con grandi ringhiere in vetro; nella Torre Allianz, nel cuore di City Life e progettata da Arata Isozaki con Andrea Maffei, la scala in acciaio verniciato e un corrimano con un sistema di illuminazione integrato a LED; ed infine la più recente realizzazione, Pavilion Unicredit, sorta nel nuovo spazio della piazza Gae Aulenti e ideato dall’Arch. Michele De Lucchi, con il modello LaFont in acciaio di carbonio verniciato e legno massello di rovere collega l’auditorium alla passerella.

L’ultimo prodotto di successo, invece, si colloca nell’hotel Il Sereno sul suggestivo lago di Como: con una vista mozzafiato, è stato selezionato tra le 25 migliori strutture alberghiere al mondo dalle riviste internazionali. All’interno della struttura, in perfetta armonia con l’arredo, la scala LaFont in legno pregiato di noce Canaletto disegnata da Patricia Urquiola.

 

Post a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>